Eh…no, niente. 😑

Guardando “Agorà” ho scoperto che a Milano hanno riservato un’area a chi arriva dalla Sardegna e alla Sicilia dopo le vacanze per potervi fare un tampone gratuito.

Quindi, se l’indice del contagio in Sicilia e in Sardegna è aumentato durante il periodo estivo è colpa dei siciliani e dei sardi e non di chi è arrivato da noi senza essersi prima vaccinato.

In Sardegna, prima della stagione turistica, avevamo dei focolai e i paesi colpiti sono stati ‘chiusi’ fino a cessato allarme-contagio. Ora le terapie intensive sono di nuovo in crisi.

È come l’anno scorso: boom di contagi nei mesi estivi e la colpa è stata nostra. Solo che l’anno scorso i vaccini non c’erano. Quest’anno sì.

Sono amareggiata. Sta per arrivare la stagione fredda e il virus, che già circola, avrà una vita ancora più facile e i pazienti ‘non covid’ rischiano, ancora una volta, di non trovare un posto in ospedale e di morire senza poter, almeno, sperare di essere assistiti. Tutto questo non è da Paese civile.

Sul ponte sventola bandiera gialla (semicit.)

La Sardegna sta per tornare in zona gialla. Potrebbe succedere addirittura subito dopo Ferragosto. Sebbene in moltissimi abbiamo già completato il ciclo vaccinale, gli ospedali (e le terapie intensive) stanno ricominciando a riempirsi di malati di Covid. La novità è che quasi tutti sono non vaccinati: per patologie che non consentono la vaccinazione, per contrattempi vari o per presa di posizione.

Detto questo, tante grazie a chi si sente invulnerabile al punto di snobbare un vaccino che può aiutare ad evitare il ricovero o, peggio, un’eventuale intubazione.

Mentre lorsignori fanno allo Stato una guerra ideologica, gli ospedali stanno di nuovo rallentando le altre visite. Già adesso le previsioni sui futuri morti di cancro, per esempio, sono allarmanti, visto che, durante le precedenti ondate dei contagi, la prevenzione di certi tumori sono completamente saltate perché gli ospedali erano strapieni di malati di Covid. Ma allora non c’era il vaccino. Adesso ce ne sono almeno 3 e intasare di nuovo gli ospedali solo per portare avanti un’ideologia egoistica e incomprensibile è da irresponsabili. Poi, di fronte al numero dei morti, si potrà tirare in ballo la sfortuna, il fato o Dio. Ma la realtà è che avrà trionfato l’egoismo di chi non ha voluto darla vinta al sistema (lo stesso discorso vale per l’uso della mascherina e il mantenimento delle distanze) senza pensare alle inevitabili conseguenze.

Ormai non si ha più la percezione dell’altro e questo fatto, oltre ad essere una cosa triste, è anche pericolosa perché siamo tutti “l’altro” di qualcuno: tutti possiamo vedere i nostri diritti calpestati da chi non ha intenzione di adempiere ai propri doveri (sociali, morali etc) e quando ci succede ci sentiamo feriti. Tutti.

Che lo vogliamo o no, siamo tutti sotto lo stesso cielo.

Santa Ipocrisia, ovunque proteggi…mi raccomando! ðŸ˜’

Sembra che il problema più impellente degli italiani, ora, sia organizzare le proprie vacanze facendole coincidere con le sue fasi vaccinali. …Come per magia, si sono seccate tutte le lacrime sparse finora per la mancanza di soldi per mangiare. Fino a qualche settimana fa era una lamentela di tutti e non solo di chi, purtroppo, aveva e ha ragione di versare amare lacrime per questo motivo (a questi ultimi va tutta la mia sincera solidarietà).

Gli idolatrati giovani, poi, ora corrono a frotte a vaccinarsi per poter fare le vacanze. …Ma se uno dei problemi più grandi dell’Italia è la marcata disoccupazione giovanile, i soldi – questi poveri giovani – dove li trovano?

Ancora una volta, Santa Ipocrisia si riconferma santa protettrice di questo avvilente Paese.

Marcatura…a zona.

Dalla pagina Satiraptus.


Ora…a parte i vulcani, le cavallette e i sequestri di presona, qui abbiamo avuto tutto, in questi giorni in ‘zona bianca’. Personalmente, non mi sembrava il caso di collocare la Sardegna proprio in zona bianca: all’inizio avevamo 2 focolai e ora ssono diventati 5. Ok, sono sotto controllo ma ci vuole un niente per rimandare tutto in vacca come è capitato dopo l’estate (soprattutto, tenendo conto del fatto che abbiamo anche qui la variante inglese).

Nei giorni scorsi c’è stato un ameno balletto sull’opportunità di permettere l’approdo a chi ha qui la.seconda casa: prima sì ma col vaccino fatto, poi no, poi non si è capito più un tubo. Fatto sta che in questi ultimi giorni sono arrivate più di 700 persone (brutta cosa il mal di Sardegna, eh 😒).

Intanto, una settimanella fa è accaduto questo:

https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2021/03/16/sardegna-bianca-m5s-flop-controlli-in-porto-a-olbia_5f72dce8-1a8a-41cc-a083-492b71b2fcd9.html

Inutile dire che qui la confusione regna sovrana. Anzi, sovranista come la Lega che qui comanda, visto che l’assessorato alla Salute è mano al camaleontico carroccio. E ho detto tutto.

Siamo tornati alla situazione estiva: eravamo ‘covid free’ ed è scoppiato il bisogno impellente di Sardegna; siamo entrati in “zona bianca” ed ecco tornare la ‘febbre della seconda casa’. Insomma, come circa 6 mesi fa siamo ancora in un “mare magnum”…che non è esattamente blu.

Are You Lost In The World Like Me?

Il video ̬ un triste Рe realistico Рcapolavoro che consiglio di guardare senza sottofondo musicale.


“Are You Lost In The World Like Me?”

 

Look harder, say it’s done

Black days and a dying sun

Dream a dream of god lit air

Just for a minute you’ll find me there

Look harder and you’ll find

The 40 ways it leaves us blind

I need a better place

To burn beside the lights

Come on and let me try

Are you lost in the world like me?

If the systems have failed?

Are you free?

All the things, all the loss

Can you see?

Are you lost in the world like me?

Like me?

Burn a courtyard, say it’s done

Throwing knives at a dying sun

A source of love in the god lit air

Just for a minute, you’ll find me there

Look harder and you’ll find

The 40 ways it leaves us blind

I need a better way

To burn beside the lights

Come on and let me try

Are you lost in the world like me?

If the systems have failed?

Are you free?

All the things, all the loss

Can you see?

Are you lost in the world like me?

Like me? [x2]

If the systems have failed

– Moby  (with The Void Pacific Choir) –