Larsen

L’ altro giorno una cara amica mi ha girato il link di un articolo in cui si parlava della decisione di Caparezza di rinunciare ai concerti per via dell’acufene col quale convive da 7 anni (qui potete trovare descritta questa vicenda; avrei potuto linkare l’articolo ma questo mi sembra più esaustivo). È stato così che ho scoperto “Larsen”, il brano scritto da Caparezza per descrivere ciò che si prova a dover convivere con gli acufeni.

Ho letto il testo prima di ascoltare la canzone e vi assicuro che mi sono ritrovata in ogni verso. Quindi ho ascoltato la canzone e guardato il video…e ho avuto un sussulto: Caparezza ha centrato alla perfezione il punto. Ogni parola e ogni immagine sono assolutamente evocative del disagio che ogni persona acufenizzata sperimenta.

Larsen… È un nome persino troppo simpatico per indicare qualcosa che può seriamente rovinarti l’esistenza.


Fonte: Youtube


“Larsen”

L’ho conosciuto tipo nel 2015
Visto che ancora ci convivo, brindo: quindi cin!
D’allora nei miei timpani ne porto i sibili
Ogni giorno come fossi di ritorno da uno show degli AC/DC
Larsen: fischiava per la mia attenzione, un po’ come si fa con i taxi
Senza una tregua, una continuazione, ma come si fa a coricarsi?
Da solo nel letto a dannarmi, nella stanza cori urlanti
Di colpo leggevo i labiali, quindi basta coi romanzi
Lo potevo calmare al mare, quiete stellare: Antares
Con l’orecchio preso a mazzate: Conor McGregor, Alvarez
Uno squillo ossessivo, come un pugno sul clacson
Primo pensiero al mattino, l’ultimo prima di buttarmi giù dal terrazzo


Fischia l’orecchio, infuria l’acufene
Nella testa vuvuzela, mica l’ukulele
La mia resistenza è quella zulu: cede
Se arriva Larsen, te lo devi tenere
Fischia l’orecchio, infuria l’acufene
Nella testa vuvuzela, mica l’ukulele
La mia resistenza è quella zulu: cede
Se arriva Larsen, te lo devi tenere


Parlo di Larsen e metto mano alla fondina, alzo la cortina
Sentivo fischi pure se il locale carico applaudiva, calo d’autostima
Non potevo ascoltare la musica come l’ascoltavo prima
Io Lagostina: una pressione continua, la depressione poi l’ira
Mi rivolsi ad uno specialista che mi disse: “C’è una sola cura
Come prima cosa nella lista parla con l’orecchio, chiedi scusa”
Poi compresse, flebo doppie, RM, ecodoppler
Ecodiete, ecatombe, Larsen indenne: era stalker
Credevano che fossi matto, volevano portarmi dentro
Ho visto più medici in un anno che Firenze nel Rinascimento
“Stress” iniziano a dire, non sanno che pesci pigliare
A parte quello d’aprile, vorrei vederlo sparire, ma…


Fischia l’orecchio, infuria l’acufene
Nella testa vuvuzela, mica l’ukulele
La mia resistenza è quella zulu: cede
Se arriva Larsen, te lo devi tenere
Fischia l’orecchio, infuria l’acufene
Nella testa vuvuzela, mica l’ukulele
La mia resistenza è quella zulu: cede
Se arriva Larsen, te lo devi tenere
(Fino alla fine)
Te lo devi tenere
(Fino alla fine)
Te lo devi tenere


So come ama Larsen e so com’è ammalarsene
So che significa stare in un cinema con la voglia di andarsene
Contro Larsen, l’arsenale non pensavo m’andasse male
Solo chi ce l’ha comprende quello che sento, nel senso letterale
E poi non mi concentro, mi stanca sto invocando pietà, Larsen
Il suono del silenzio a me manca più che a Simon e Garfunkel
Nel cervello c’è Tom Morello che mi manda feedback
Hai voluto il rock? Ora tienilo fino alla fine


(Fino alla fine)
(Fino alla fine)
(Fino alla fine)
(Fino alla fine)
(Fino alla fine)
(Fino alla fine)

– Caparezza –

Pubblicità

51 pensieri riguardo “Larsen

    1. Cioè…quindi tu pensavi male di me anche prima di conoscermi?!?!!? E chi sei, Madrake? (citazione che fa sempre il suo certo effetto. 😜).
      Sdrammatizzare aiuta tantissimo: è ciò che mi ha permesso di arrivare fin qui con almeno un neurone ancora combattivo. 😌

      Uuuuuhhhhh, i baciniiiiiiii!!!!!!!!! …Come si cucinano? 😜😜😜🤗🤗🤗

      Piace a 1 persona

    1. E’ la risposta tipo che un otorino ti dà in prima battuta. Solo dopo, se hai trovato quello che ha a cuore il bene del paziente, questi ti farà dare esami su esami per approfondire la tua personale condizione. Altrimenti…te lo devi tenere. Ed è quello che ho fatto io finché – dopo 23 anni – non ho trovato un otorino che mi ha dato una risposta esaustiva.

      Piace a 1 persona

        1. Già… Almeno ora so cosa può averli scatenati, visto che in tanti, allora, mi dicevano cose tipo “La musica che ascolti con le cuffie…” non sapendo che io, le cuffie, non le avevo neanche, nel periodo in cui ho scoperto di avere gli acufeni. 🙄

          Come stai ?

          Piace a 1 persona

            1. Quindi non siamo solo io e la mia comunità ad avere un medico di base ectoplasmatico. Ormai sono irraggiungibili come il sole. …E se vai in ambulatorio ti trovi davanti un burocrate in camice bianco, visto che a visitare non ci pensano neanche. Ormai ti prescrivono le medicine o a memoria o ad minchiam. 🤬

              Piace a 1 persona

                    1. Secondo me paraculano parecchio.

                      …Tanto lo stipendio lo prendono comunque. Da noi, poi, c’è un’enorme mancanza di medici di base perciò, gioco forza, quelli abbiamo e quelli ci teniamo (altrimenti restiamo senza ed è peggio). Bello, vero? 🤬

                      Piace a 1 persona

    1. E’ un inferno. Io auguro a tutti voi (davvero col cuore) di non saperlo mai. Pensa che in questi giorni li sento nell’area del cervelletto e quando mi capita così mi viene difficile anche concentrarmi. 😑

      Un abbraccio a te. 😊

      Piace a 1 persona

      1. Per un breve periodo ne ho sofferto, quindi una sia pur vaga idea ce l’ho. Non di giorno, ringrazio Dio che sia passato perché soffro di cefalee e non sono affatto una buona compagnia! Anche con loro è molto difficile concentrarsi!
        Mi dispiace moltissimo

        Ti abbraccio 🤗😊

        Piace a 1 persona

        1. Certo che anche le cefalee sono una gran rottura… A me, da quando sono stata operata al cervello, vengono quando ci sono escursioni termiche brusche.
          Spero tu possa trovare un rimedio duraturo contro di esse.
          Un abbraccione a te. 🤗

          "Mi piace"

            1. Ho avuto un sacco di fortuna perchè avevo un’emorragia in corso a causa di in angioma cavernoso che si era lacerato. Sono capitata in ottime mano. Ma ora la scatola cranica predice il tempo in modo infallibile. 🙈

              "Mi piace"

                1. Eppure non di rado si incontrano anche persone che non hanno mai avuto grossi problemi (di salute o di altro genere).
                  …e poi ci siamo noi, che, in quanto a problemi di ogni sorta, possiamo vantare un Curriculum Vitae (mai espressione fu più adatta) lungo così (sto mimando con le braccia come fanno i bambini 😜).

                  Abbraccio ricambiato. 😊

                  "Mi piace"

    1. Ciao, Light! 🙂 Verso metà luglio dovrò fare una tac alle rocche petrose (l’area delle orecchie) per vedere come è davvero la situazione e perché l’otochirurgo possa capire se l’operazione potrebbe o meno essere risolutivo.
      Staremo a vedere.
      Tu stai meglio?

      Piace a 1 persona

  1. 😭😭😭😭 i numeri non lo sento, nome e cognome e non sento, settimane e mesi e anni e non sento………mah già parlo e poche parole scritte…….😭😭😭😭….. ma sempre Tanta gioia “Tica”

    Piace a 1 persona

  2. caparezza ha una mente geniale, non poteva non trovare le parole giuste…. io ho iniziato a soffrire in forma lieve di questo problema qualche mese fa… per ora sembra riesca a contenerlo abbastanza bene quindi non posso immaginare le sensazioni descritte… però è un bene che qualcuno sia in grado di farlo anche se non sarà certo una cura per chi lo fa o per chi ci si riconosce…

    Piace a 1 persona

    1. Ciao, Erik: quanto tempo… 🙂

      Caparezza ha fatto emergere un problema col quale devono fare i conti già un gran numero di persone, in Italia. Gli acufenizzati aumentano ogni anno in modo esponenziale e per i motivi più disparati (otiti, otosclerosi, traumi al timpano e così via; non solo a causa della musica ascoltata ad alto volume). Lui è un genio sul serio: è molto colto e creativo e questa canzone è una sorta di manifesto del disagio che si prova ad avere a che fare con gli acufeni.

      Il punto è che non tutti i medici hanno la formazione e/o la volontà di andare a fondo nell’indagine del problema. Io ne ho trovato uno dopo 23 anni.

      Ti auguro di non sentirli mai più. Ma nel frattempo, fai più controlli che puoi. 😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...