Pinguina vaccinata, mezza salvata. 🤞

Dal web

Traduzione per i non sardi (anche se il senso mi sembra intuibile):

– “…e quale vaccino ti hanno fatto?”

– “Mi pare Frizer. e a te?”

– “Credo Arzachena”

🤦‍♀️

41 pensieri riguardo “Pinguina vaccinata, mezza salvata. 🤞

        1. Ti svelo un segreto: in realtà un vero e unico Sardo non esiste: esistono alcune macroaree linguistiche come il Sassarese, il Gallurese, iL Barbaricino, il Logudorese, il Campidanese… Sono tutte varianti diverse fra loro. Il Barbaricino è la più conservativa perchè ancora oggi usa termini di derivazione latina e spagnola. Il Logudorese, invece, è la lingua letteraria sarda. È quella variante che capuscono un po’ tutti i ‘continentali’ perchè ricorda un po’ lo spagnolo. Il Campidanese è quella più ostica, secondo me. Anche il Sassarese non scherza. Il Gallurese, se non sbaglio, è più vicino al Corso che al Sardo. Poi ci sono tutte le innumerevoli varianti dialettali. Ma un Sardo standard vero e proprio, comune a tutti i sardi, non esiste e non credo esisterà mai per questione di conflittualità interne (tanto per cambiare). Il risultato è che un sassarese non campisce un campidanese e così via… 😬

          Piace a 2 people

          1. Poi…il ‘sardo’ si è sviluppato con dinamiche autonome dal resto dell’Italia (il nostro Italiano è nato dal fiorentino parlato da Dante, Petrarca e Boccaccio) e per questo viene definito Lingua.

            "Mi piace"

            1. La mia generazione l’ha un po’ imbastardito. O meglio…contaminato con l’italiano, anche perchè forse siamo stata la prima generazione che parlava italiano anche nel contesto familiare. Moltissimi miei coetanei sono – come me – figli di sardi emigrati in altre regioni e poi tornati in Sardegna per cui si sono perse alcune costruzioni dialettali che gli anziani usano ancora mentre noi tendiamo ad italianizzare laddove abbiamo incertezze. Comunque, il Logudorese è più comprensibile. Se trovo qualche bella poesia in quella variante la copio qui (con traduzione). 🙂

              Piace a 1 persona

    1. Ciao, bella! 🙂
      Questo luglio è assurdo; non vedo l’ora che arrivi settembre.
      Diciamo che sto cercando di sopravvivere al caldo, che quasi sempre.arriva ai 33°-37° (grazie per avermi chiesto 🤗). In più ci si sono messi pure i criminali che hanno dato la Sardegna alle fiamme. Anche se sono piuttosto lontana dalle aree distrutte dal fuoco, il vento indiavolato che soffiava domenica ha reso densa di fumo e irrespirabile l’aria anche qui da noi (ma pare che avessimo qualche rogo anche in zona). Sono furente. Ieri hanno trovato un paio di inneschi nella provincia di Nuoro. Non mi bastano gli accidenti da lanciare contro gli infami che appiccano gli incendi!
      Per il resto, proseguo con il DIY, quando il caldo me lo permette. 😬

      Tu come stai?
      Buon pomeriggio. 😊

      Piace a 1 persona

      1. Sono contenta che stai bene 🙂
        Qui a Milano tutto ok… a parte l’afa… Mi sono per fortuna ripresa dagli effetti collaterali del Covid…
        Non sai quanto mi dispiace di quel che è successo in Sardegna, ma anche dalle nostre parti (Como e Varesotto)… Purtroppo la natura ci sta mandando dei segnali… poi, certo che se ci si mettono anche quelli che lo fanno apposta appccando gli incendi… siamo messi un po’ male.
        Buona giornata e a presto

        Piace a 1 persona

        1. Sono un’erbaccia cattiva. 😉

          Ho visto i disastri che la pioggia e la grandine hanno fatto e stanno facendo nell’alta Italia. Sono davvero triste per chiunque ha rischiato di perdere tutto, vita compresa, e sono terribilmente incazzata con chi poteva fare qualcosa per prevenire i dissesti idrogeologici e l’attività dei criminali piromani e non ha mai fatto niente. O non abbastanza. Poi è facile cadere dalle nuvole e chiedere aiuto e soldi per rimediare alle conseguenze…
          Stiamo scontando decenni di amministrazione locale approssimativa – per ingenuità o per furbizia – e se le cose non cambieranno nella coscienza collettiva della classe politica, finiremo per tornare nelle caverne. E non saranno nemmeno più sicure perché si troveranno sicuramente vicino a fiumi deviati dal loro corso da generazioni di geni della progettazione urbana.
          Scusa la vena polemica ma la rabbia è veramente tanta.

          Quanto al DIY, mi sto incantando nel vedere ciò che si può realizzare con la resica epossidica e appena avrò qualche soldino fra le mani non escludo la possibilità di fare un piccolo investimento in quel senso. 😬
          Intanto, sto provicchiando a leggere nuovamente qualcosa, a mo’ di ‘riabilitazione alla lettura’; piano piano supererò anche questo blocco: si tratta solo di capire cosa lo ha scatenato.

          A presto. 😊🤗

          Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...