Santa Ipocrisia, ovunque proteggi…mi raccomando! ðŸ˜’

Sembra che il problema più impellente degli italiani, ora, sia organizzare le proprie vacanze facendole coincidere con le sue fasi vaccinali. …Come per magia, si sono seccate tutte le lacrime sparse finora per la mancanza di soldi per mangiare. Fino a qualche settimana fa era una lamentela di tutti e non solo di chi, purtroppo, aveva e ha ragione di versare amare lacrime per questo motivo (a questi ultimi va tutta la mia sincera solidarietà).

Gli idolatrati giovani, poi, ora corrono a frotte a vaccinarsi per poter fare le vacanze. …Ma se uno dei problemi più grandi dell’Italia è la marcata disoccupazione giovanile, i soldi – questi poveri giovani – dove li trovano?

Ancora una volta, Santa Ipocrisia si riconferma santa protettrice di questo avvilente Paese.

La nausea. …Ma Sartre non c’entra nulla.

Laurea in scienze delle religioni e insegnamento delle materie letterarie: ecco come stanno le cose – Orizzonte Scuola Notizie

https://www.orizzontescuola.it/laurea-in-scienze-delle-religioni-e-insegnamento-delle-materie-letterarie-ecco-come-stanno-le-cose/

Giusto ieri ho trovato questo ameno articoletto mentre girellavo nel web:

https://www.orizzontescuola.it/scienze-delle-religioni-utili-per-linsegnamento-di-lettere-snadir-risponde-a-granato-inutile-ostilita-nei-confronti-del-mondo-cattolico/

Inutile dire che mi si è inacidito il sangue perchè io – laureata in Lettere – non posso insegnare (se non tappando buchi in qualità di supplente, visto che non potrò schiodarmi dalla 3a fascia) perchè non ho fatto le magistrali (e quindi l’anno integrativo). …Ora viene fuori che chi ha studiato Scienze delle religioni può insegnare le materie che dovrei insegnare io – ma che non posso insegnare perchè non ho fatto quell’ accidenti di scuola magistrale.

Che conclusione dovrei trarre da questa ennesima porcata fatta ai danni di chi, come me, ha buttato la sua vita studiando pacchi di libri per non poter neanche utilizzare quel pezzo di carta preso fra mille difficoltà?

Siccome la religione non è più obbligatoria e molti non la scelgono, ecco che si è preparato un bel cuscino morbido sul quale fare atterrare i laureati in Scienze delle religioni (Scienze delle religioni… Scienze. …Religioni… praticamente un ossimoro) che, altrimenti, non potrebbero usare la loro indispensabile laurea.

Lo Stato italiano dovrebbe rimborsare i 4 anni di spese universitarie ad ogni laureato che non ha potuto usare il suo titolo di studio, a maggior ragione se – come in questo caso – il posto che spetterebbe a lei/lui per formazione universitaria viene riservato a chi ha studiato tutt’altro.

Che nausea. 🤮🤬

Un pensiero giapponese… — Astro Orientamenti — TYT

Doppia condivisione, stavolta: ho trovato questo post sul blog TYT (Take Your Time), un blog in cui potrete trovare una grande varietà di condivisioni e post su argomenti di vario genere, parecchi anche in francese (prendetevi il vostro tempo e fateci un giro; vi piacerà).

Questo post è stato condiviso dal blog Astro Orientamenti, blog che seguo da un bel po’ e che mi dà sempre un senso di pace (fateci n giro e mi saprete dire)…

Il pensiero che potete leggere sotto l’immagine è di una potenza straordinaria e ho deciso di adottarlo come moto personale:

Non dire: “è impossibile” dì: “non l’ho ancora fatto”

Mi piace! 😊

… Non dire: “è impossibile” dì: “non l’ho ancora fatto” Pensiero giapponese â€¦ Un pensiero giapponese… — Astro Orientamenti

Un pensiero giapponese… — Astro Orientamenti — TYT