Sonnet

Fonte. Youtube


“Sonnet”

My friend and me
Looking through her red box of memories
Faded I’m sure
But love seems to stick in her veins you know

Yes, there’s love if you want it
Don’t sound like no sonnet, my lord
Yes, there’s love if you want it
Don’t sound like no sonnet, my lord
My lord

Why can’t you see
That nature has its way of warning me
Eyes open wide
Looking at the heavens with a tear in my eye

Yes, there’s love if you want it
Don’t sound like no sonnet, my lord
Yes, there’s love if you want it
Don’t sound like no sonnet, my lord
My lord

Sinking fast within a boat without a hull
My lord
Dreaming about the day when I can see you there
My side
By my side

Here we go again and my head is gone, my lord
I stop to say hello
‘Cause I think you should know by now
By now
By now
By now
By now
By now
Oh, by now
Oh, by now
Oh, by now
Oh, by now

– The Verve –

Il pensiero roccioso — Lo Scribacchino del web


Alessandro Gianesini è un tipino in gamba e chi lo conosce e lo segue da tempo lo sa già.

E’ stato uno dei primi blogger che ho cominciato a seguire quando sono arrivata qui su WordPress e da allora non ho mai smesso. Oggi voglio condividere un suo post che mi è piaciuto moltissimo sia per la metafora che ha voluto descrivere sia per il modo scorrevole di scrivere che gli è caratteristico. Lo ringrazio per avermi permesso di ripubblicarlo e invito tutti voi a fare un giretto nel suo blog: troverete un sacco di racconti capaci di portarvi lontano.

Parafrasando Ashleigh Brilliant, oserei dire “Apprezzatelo adesso; eviterete la fila”.


Come forse saprai (ma te lo dico io, quindi non ti crucciare), le rocce si dividono in tre grandi classi:
– le ignee (o magmatiche), che si formano dalla cristallizzazione del magma vulcanico, sia che avvenga in superficie, sia che avvenga nella crosta terrestre (se sei terrapiattista, non so come funziona…);
– le sedimentarie, che sono il risultato di una frammentazione di rocce preesistenti (clasti, che si creano in differenti maniere), accumulo (previo trasporto) e infine la litificazione del sedimento;
– le metamorfiche, che sono il risultato di una variazione della struttura dei cristalli che le compongono a opera della pressione e temperatura nella profondità della crosta terrestre, per poi emergere attraverso fenomeni di orogenesi.

Perché questo strano articolo e il riferimento alle rocce e alla loro genesi? È presto detto…

Il pensiero roccioso — Lo Scribacchino del web